terme di sciacca s.p.a. sciacca

Via Agatocle, 2 - Sciacca (AG) 92019 - Tel: +39 0925 961111
Vedi il sito

Mappa Specializzazioni Video Consigliato Contatta
Visite ricevute: [wpstatistics stat=pagevisits time=total]

Terme di Sciacca S.P.A. Sciacca

Le acque, i fanghi e le grotte con proprietà terapeutiche delle Terme di Sciacca possono aiutare a rallentare la progressione di malattie croniche ed a combattere lo stress. Le sorgenti e i fanghi di Sciacca, giudicati fra i più efficaci al mondo, richiamano una sempre più numerosa presenza di studiosi e turisti.
Sciacca è una stazione termale di grande bellezza che risulta sapientemente strutturata per accogliere chi va alla ricerca di salute e relax.

Presso le Terme di Sciacca S.p.a. sono in funzione tutto l’anno il Reparto di Cure Termali ed il Reparto di Fisiochinesioterapia e Riabilitazione. Le tecniche terapeutiche praticate rappresentano il frutto del notevole grado di progresso tecnologico raggiunto nel campo dello sfruttamento delle acque minerali e posseggono ciascuna precise indicazioni e specifiche caratteristiche terapeutiche.

Tutte le cure sono convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale, il quale concede un ciclo di Cure Termali all’anno. I numerosi viggiatori che visitano la provincia di Agrigento scopriranno anche questo gioiello che dista solo pochi chilometri dalla Valle dei Templi.

Sciacca, il mare, il sole e le Terme sono una sintesi antica e moderna. In questo ambiente, in compagnia di amici o con la famiglia, è facile costruirsi una vacanza su misura, combinando piacere, cultura, mare e benessere al fine di migliorare la salute del corpo e della mente.

Le tecniche terapeutiche pratiche rappresentano il frutto del notevole grado di progresso tecnologico raggiunto nel campo dello sfruttamento delle acque minerali e posseggono ciascuna precise indicazioni e specifiche caratteristiche terapeutiche.

La terapia termale rappresenta una valida possibilità per il trattamento delle affezioni dell’apparato genitale femminile, specie nei casi in cui il trattamento medico farmacologico si sia dimostrato inefficace o vi siano controindicazioni o fenomeni di intolleranza. Rappresenta anche una terapia preventiva, ripetibile e ben tollerata e viene praticata con irrigazioni vaginali associate o meno alla balneoterapia. E’ indicata per il trattamento di molte affezioni croniche quali vulvo-vaginiti, cerviciti e leucorrea persistente, inoltre può essere utile per debellare forme di sterilità legate a flogosi croniche dell’ apparato genitale femminile.

Il fango termale utilizzato in questi stabilimenti è il prodotto di un lungo processo di maturazione durante il quale l’argilla, posta a maturare in acqua sulfurea all’interno di apposite vasche, subisce una serie di reazioni chimiche, fisiche e biologiche, che trasformano il fango vergine in fango maturo dotato di peculiari proprietà terapeutiche. Il fango viene applicato sulla parte del corpo da curare per circa 20 minuti. Successivamente il paziente ripulito dal fango, viene posto in vasca per un bagno in acqua sulfurea e quindi lasciato a riposare per circa 30 minuti per la reazione, in cui continua l’azione biologica, indotta dalla fangatura. Completa in genere la seduta il bagno in acqua sulfurea ed il massaggio.

I reumatismi e le varie forme artrosi, sia localizzate che diffuse, nonché gli esiti di interventi per ernia discale e alcune malattie cutanee, rappresentano un’indicazione elettiva per le cure termali praticate con la fango-balneo-terapia.

Molte patologie croniche a carico dei bronchi e dei polmoni traggono notevoli vantaggi dalla crenoterapia sulfurea: le bronchiti croniche catarrali semplici, le broncopatie complicate da componenti ostruttivi si giovano delle cure inalatorie con acqua sulfurea praticate attraverso le tecniche dell’aerosolterapia, dell’humage e delle nebulizzazioni. Tali terapie vengono praticate anche in associazione tra loro ed ogni seduta ha la durata di 10 minuti. Per le forme più gravi come le broncopatie croniche ostruttive ed altre forme di compromissione delle funzioni ci si può sottoporre alle ventilazioni polmonari semplici o medicate. Ogni seduta è assistita da specialisti.

La terapia fisica raddoppia i suoi effetti se utilmente associata alla terapia termale propriamente detta. Il principio generale della fisioterapia praticata in ambiente termale è quello di sfruttare sinergie tra le due forme di terapia attraverso la collaborazione di fisiatri e medici termali.

La terapia termale coniugata ai bagni, ai fanghi, all’antroterapia e alla fisiokinesiterapia si pone con successo nella cura di tutte quelle sintomatologie dolorose sostenute da contratture muscolari, nelle condizioni invalidanti che non sono suscettibili di terapia chirurgica e nelle situazioni che richiedono trattamento riabilitativo. Le situazioni morbose che possono giovarsi della simbiosi tra fisiatra e cure termali sono numerose, come la terapia dell’insufficienza respiratoria cronica per la quale si ottengono particolari vantaggi dall’associazione tra esercizio fisico e cure crenoterapeutiche. L’accettazione dei curanti è operata da un’equipe di specialisti in Ortopedia e Traumatologia.

Le grotte vaporose di San Calogero, situate sul Monte Kronio, a 7 km dalla città, sono le più antiche terme di cui si conservi il ricordo. Sono ricavate nella viva roccia e al loro interno l’atmosfera è satura di vapore acqueo e gas sulfureo e la temperatura raggiunge i 38/41°C. La cura antroterapica è indicata nella fibromialgia e negli altri reumatismi extra articolari, nelle artrosi e nella gotta. Inoltre la presenza dei vapori consente di praticare contemporaneamente una terapia inalatoria naturale.

Associati ai reparti di terapia termale sono le modernissime strutture del Reparto di Fsiokinesiterapia che completano la serie di pratiche terapeutiche destinate alla riabilitazione dell’apparato muscolo-scheletrico, neurologico e dell’apparato respiratorio. Esse sono terapie sempre più diffuse e che si avvalgono, all’interno delle strutture termali di Sciacca, di tutta una serie di attrezzature e strumenti tecnologicamente all’avanguardia che consentono, grazie agli effetti sinergici dell’ambiente termale, l’azione terapeutica di altri agenti fisici, come le onde magnetiche (magnetoterapia), gli ultrasuoni (ultrasuonoterapia), onde elettriche (elettroterapia, galvanoterapia, ionoforesi), nonché l’azione terapeutica medica (kinesiterapia).

Tali interventi mirano a favorire, attraverso la stimolazione di un substrato anatomico compromesso (nel caso in cui esso non sia distrutto, ma inutilizzato e disorganizzato nella sua funzione), la riabilitazione e la programmazione del movimento nel suo insieme. Le terapie praticate sono abbinabili tra di loro e seguite da personale medico e paramedico specializzato.

Il nuovo stabilimento termale è stato totalmente ristrutturato ed è fornito di impianti all’avanguardia per le sofisticate attrezzature terapeutiche e diagnostiche. Di grosso interesse terapeutico sono le strutture del Reparto di Kinesiterapia corredato della palestra e di una piscina attrezzata per la riabilitazione motoria. L’acqua contenuta all’interno della piscina è anch’essa sulfurea. La peculiarità di tale terapia è quella di sgravare le articolazioni dal carico del peso corporeo e di indurre, con il calore, la risoluzione delle contratture muscolari, permettendo un migliore e più rapido recupero funzionale. Crescente è il numero di soggetti che si avvalgono di queste cure.


feedback


Richiedi gratis informazioni / preventivo Invia una mail